Appuntamenti Modica 23/08/2017 21:24 Notizia letta: 276 volte

27 agosto, visita guidata di Paolo Nifosì alla mostra di Sarnari

La mostra chiude
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/23-08-2017/agosto-visita-guidata-paolo-nifos-mostra-sarnari-500.jpg

Modica - Ultimi giorni per visitare una delle mostre più di successo dell’estate siciliana. Chiude domenica prossima 27 agosto la mostra “I Sarnari di Sarnari” dedicata al grande artista Franco Sarnari che, da fine maggio, è allestita all’ex Convento del Carmine in piazza Matteotti a Modica. Tanti visitatori hanno infatti ammirato in questi mesi la grande celebrazione di un estro creativo tra i più apprezzati del panorama contemporaneo attraverso un’esposizione che ne racconta la vita, curata da Paolo Nifosì e Tonino Cannata, (catalogo Salarchi Immagini, con testi di Paolo Nifosì e Giuseppe Nifosì), e promossa dalla Fondazione Teatro Garibaldi, con il patrocinio del Comune di Modica. E sarà proprio Paolo Nifosì, storico dell’arte, a curare sabato sera 26 agosto alle ore 19, una nuova visita guidata che avverrà alla presenza dell’artista e dell’altro curato della mostra.

Un grandissimo consenso da parte di chi ha visitato l’esposizione, tra cui tantissimi turisti arrivati a Modica e che hanno avuto la possibilità di apprezzare dal vivo l’arte di uno dei maestri più stimati a livello internazionale che attraverso questa mostra si racconta al pubblico. Quasi ottanta le opere esposte appartenenti alla collezione privata dell’artista che ne descrivono le varie fasi pittoriche, rivelando alla fine il ritratto di un grande uomo che è divenuto testimone di eccellenza della terra iblea in tutto il mondo. Franco Sarnari è infatti il figlio adottivo prediletto della Sicilia, dove decise di trasferirsi negli anni ’70, scegliendo per la precisione Gerrantini, nel territorio di Scicli, come nuova sede. Lo stesso territorio che lo ha omaggiato con questa imperdibile mostra-evento che parte dalla produzione iniziale, costituita da studi di figure, per avanzare verso i “Frammenti” con una pittura più costruttiva, poi verso le “Cancellazioni”, caratterizzati invece da un’arte che sottrae, passando anche attraverso il ciclo “Addio Lyndon Baynes Johnson”, gli studi su Marilyn, su Pascali, la grande tela “Il mare si muove” e il ciclo “A Monet e Pollock”. Gli ultimi quindici anni sono caratterizzati da nuove icone, come i cieli stellati e i “Neri” assoluti, e dalla riproposizione di altri temi già presenti che ritornano con nuove variazioni, come i Frammenti, i Controluce, le Cancellazioni. La mostra “I Sarnari di Sarnari” è visitabile fino al 27 agosto tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 21.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg