Cronaca Modica 12/09/2017 18:42 Notizia letta: 978 volte

Soccorso kitesurfista a Maganuco

Sano e salvo
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-09-2017/soccorso-kitesurfista-maganuco-500.jpg

Modica - Oggi pomeriggio alle 15 la Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Pozzallo ha ricevuto una segnalazione da un bagnante presente sulla spiaggia di Maganuco, nel Comune di Modica che, dalla costa, dichiarava di aver visto una persona con un kitesurf in mare, in difficoltà, dopodichè, aveva visto la vela del kitesurf improvvisamente cadere ed essere trasportata verso il largo, alla deriva, in balia del vento, delle onde e della forte corrente presente in zona, a circa 500 metri dalla costa.

Ricevuta la segnalazione, è stato  immediatamente disposto l’invio della motovedetta SAR CP 325, che, dopo appena circa 15 minuti, arrivava nella zona di mare segnalata e, nonostante la scarsa visibilità, aggravata dalle pessime condizioni meteo marine incontrate (mare molto mosso con onde alte circa 2 metri e 20 nodi di vento, con forti e persistenti correnti di risacca), riusciva subito ad individuare la presenza in mare, a circa 1 miglio di fronte la spiaggia di Maganuco, del diportista in difficoltà, rimasto impigliato nei cavi della vela del proprio kitesurf, con evidenti e visibili principi di ipotermia.

In pochi minuti, la motovedetta CP 325, grazie ad una decisa ed immediata manovra nautica effettuata dall’equipaggio presente a bordo, riusciva ad affiancare il kitesurfista, oramai allo stremo delle forze, recuperandolo dalle forti correnti presenti in zona, che lo stavano sempre più allontanando dalla riva verso il largo, trasportarlo a bordo della motovedetta, assicurandogli le cure e l’assistenza di primo soccorso nonché fornendogli una coperta termica per riscaldare immediatamente il naufrago.

Una volta soccorso, lo stesso veniva trasportato fino al porto di Pozzallo, dove il kitesurfista, esausto ed impaurito ma oramai sano e salvo, sbarcava alle ore 15:40 e veniva affidato alle cure del personale medico del Servizio Sanitario di emergenza del 118, nel frattempo allertato dalla Sala operativa della Capitaneria di Porto di Pozzallo, per poi essere trasferito presso il Presidio ospedaliero di Pozzallo, per ulteriori accertamenti medici del caso.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg